I cenci di Carnevale al forno

 photo 20140217_140819_zpseeejfvfi.jpg

Qui in città l’aria di Carnevale era palpabile (o odorabile!) già dopo le feste di Natale, quando, sfornata l’ultima mandata di befanini, la friggitrice dei bar, dei panifici o delle pasticcerie era già stata accesa per iniziare l’incessante produzione di frittelle. Eh si, loro non hanno proprio perso tempo e noi , chi deliziato chi disgustato, ci siamo ritrovati a respirare un’aria satura di fritto oltre che di smog. Non sono mai andata matta per le fritture (a meno che non si parli di un frate caldo coperto di zucchero, a quello non resisto!) o per le frittelle ripiene di ogni sorta di crema, riso o cioccolata, ma c’è un dolcino  buono buono che  mi ricorda i carnevali trascorsi di quando ero bimba. Sto parlando dei cenci, ma quelli che faceva mamma, così buoni da non sembrare neanche fritti e questa piccola bambina aspettava impaziente che fossero pronti e belli caldi per poterne spazzolare più di quanti ne potesse tenere in pancia, riempiendosi tutta di zucchero a velo dalla testa ai piedi. Da queste parti al nord li ho sentiti chiamare crostoli, sfrappole e in modo a me più familiare, chiacchiere, ma comunque si chiamino il concetto rimane lo stesso. Tuttavia, lungi dal preparare qualcosa di fritto in questo piccolo appartamentino, sono anni che non gusto un bel cencio croccantoso e zuccheroso e con l’arrivo di febbraio  la voglia di è fatta ri-sentire; ma come la risolvo con il fritto?! Fortuna che mi sono venute in aiuto ricette di fantastiche blogger che aggirano perfettamente il mio problema: cenci al forno! La ricetta è del blog Briciole di Cesca ripresa anche su Straight edge Fam (due blog deliziosi!) e i cenci che si ottengono, come anche già detto dalle food blogger, hanno una consistenza un pochino più biscottata rispetto a quelli fritti, ma, a parer mio, sono ancora più buoni, provare per credere, e via di cenci vegan al forno!!!!

Ingredienti:

300 g di farina

50 g di maizena

70 g di zucchero grezzo di canna

50 g di olio d’oliva

30 g di grappa

130 ml di latte di soia

1/2 bustina di lievito per dolci

un pizzico di sale

scorza grattugiata di un limone bio

zucchero a velo

In una ciotola mescoliamo la farina, la maizena, il lievito, lo zucchero, la scorza del limone e il pizzico di sale. Aggiungiamo l’olio, la grappa e il latte poco alla volta sempre mescolando e per finire impastiamo con le mani fino ad avere un impasto compatto e non appiccicoso. Mettiamo a riposare in frigo per 30 minuti. Togliamo l’impasto dal frigo e lo dividiamo in 4 o più parti e le tiriamo fini fini con il mattarello o con la macchina per la pasta, con taaanta taanta pazienza. Ora  con la rotellina tagliapasta ondulata ritagliamo i nostri cenci. Possiamo fare delle striscine lunghe o dei rettangoli, rombi, nodi .. tutte le forme che vogliamo, basta che la pasta sia sottile, così che vengano belli scrocchiosi. Adagiamo  i cenci su una teglia coperta di carta da forno e inforniamo a 180° per 10 minuti, finché la superficie non inizierà a dorarsi. Lasciar raffreddare e cospargiamo di zucchero a velo. 

Buon Carnevale veg-hobbit :)

Annunci