Brownies super cremosi alle banane, cocco e cacao

 photo 20161128_164907_zpsetgfvncw.jpg

Oggi è lunedì, il mio giorno di festa e, guardandomi indietro e riflettendo sulla settimana lavorativa appena passata non posso che essere felice, sentirmi soddisfatta e grintosa come non mi sentivo ormai da molto tempo. Gli ultimi due anni sono trascorsi molto veloci ma, tra gioie e dolori, tra le delusioni che alla fine erano sempre maggiori di quanto fossero le soddisfazioni, il lavoro è sempre rimasto il solito, niente di più, niente di meno ed io ero costretta a rimanere, ahimè, la solita, senza poter dare dimostrazione di alcun miglioramento e senza avere la possibilità di esprimere le mie idee o di proporre qualche novità. No, perché le persone di un certo tipo si spaventano, perché iniziano ad escluderti, perché la precaria e innaturale armonia che si venuta a creare è tenuta in piedi soltanto da basi irreali e prive di alcuna sincerità. Non vi era alcuno spazio che potessi riempire, alcuna porta alla quale potessi bussare o tantomeno aprire, per me rimaneva soltanto un angolo nel quale rannicchiarmi e solo la mia testa dove raccogliere i pensieri senza alcuna libertà di espressione. Pensavo che avrei finito con lo spezzarmi, ero spaventata da questo pensiero ed ero estremamente delusa da me stessa perché pensavo di essere una persona resistente, una persona forte, pensavo di essere qualcosa di diverso da ciò che in realtà stavo mostrando a me e agli altri. Poi, quando ormai ogni speranza di miglioramento era perduta, avviene un cambiamento repentino, una scossa e allora io ne approfitto. Contorcendomi e facendo forza nella fenditura la apro sempre di più, creo uno squarcio che poi diventa grande come una porta, come un portone, fino a che non mi ritrovo completamente a cielo aperto: l’aria è fresca, pulita, frizzante, si sente il profumo dei fiori di tiglio portati dal vento, ma anche delle foglie bagnate, il cielo è pieno di stelle tanto da illuminare a giorno tutta la zona ed io mi sento libera, leggera e felice. Il cambiamento è stato grande, mi sono ritrovata quasi tutta la gestione addosso ma finalmente posso dimostrare quanto valgo, posso esprimermi, posso non avere più paura di proporre le mie idee o di portare  qualche novità. Posso ridere, posso scherzare, posso vivere serenamente la mia vita e soprattutto posso di nuovo credere in me stessa.

Alla fine questa esperienza mi ha insegnato una cosa: io non sono debole, ora finalmente l’ho capito.

Per festeggiare questa rinascita propongo un bel pezzettino di brownies, naturalmente senza glutine e cremosissimo, dal sapore di cacao, banana e ricordo di cocco.

 photo 20161128_164950_zps7dlqqdjh.jpg

Ingredienti:

70 g di farina di riso

40 g di farina di cocco

40 g di maizena

40 g di cacao amaro

70 g di zucchero

35 ml di olio di mais

2 banane mature

200 ml di acqua

1 cucchiaino di lievito biologico

Mescolare gli ingredienti secchi (farina di riso, maizena, farina di cocco, cacao amaro, zucchero e lievito) e aggiungere una banana schiacciata bene. Mescolare bene e versare l’olio nell’impasto e di seguito l’acqua, poco per volta, sempre mescolando, si deve ottenere una consistenza mediamente liquida. Trasferire in una tortiera da 24 cm di diametro (ahimè avevo solo quella tonda e non rettangolare ma niente paura, vi svelerò un segreto: i bordi possono essere mangiati dalla cuoca prima di servire i brownies)  decorare con la rimanente banana tagliata a rondelle e infornare a 180° a forno già caldo per 40/45 minuti.

Con questa ricetta partecipo alla raccolta di ricette “Un dolce Senza è buono per tutti” del blog Senza è Buono

contest-s-e-b

Annunci

Brownies morbidosi al cioccolato, noci e arancia

 photo 20140309_161800_zpsbqqenqyy.jpg

La primavera si avvicina; di già?! Tra i mille progetti, le nuove avventure per il futuro, la preparazione della tesi ed il conseguimento della laurea mi ritrovo a controllare il calendario e a stupirmi di essere già in marzo inoltrato. Mi accorgo soltanto ora che il tempo è trascorso in maniera velocissima ed il momento di ritornare a casa e cambiare vita si avvicina sempre di più. C’è paura, incertezza, timore di non essere all’altezza, ma ci sono anche diverse sicurezze sulle quali so di poter contare, che mi danno forza e speranza e alimentano in maniera creativa, forse anche un po’ troppo, i millemila progetti che mi frullano nella testa. Presa allora coscienza del cambiamento stagionale ho immediatamente tirato fuori la giacca leggera, ho ripreso a correre sull’argine e a fare belle passeggiate sotto a un tiepido solicino. In realtà non sono mai stata una sostenitrice dell’estate, mi piacciono molto le mezze stagioni e l’inverno, potessi legherei indissolubilmente giugno a settembre, così da saltare a piè pari l’estate (sì, sacrificherei anche il mio compleanno in luglio!), però quest’anno, sicuramente complice un inverno troppo caldo e destabilizzante, mi ritrovo ad aspettare con trepidazione e a gioire per una bella giornata di sole! Tuttavia ormai ho imparato a non agitarmi troppo al primo segno di cambiamento, infatti, come volevasi dimostrare, stamani la città era coperta da uno spesso manto di nebbia e umidità: una scena comunque affascinante che mi ha invogliato a farmi una bella passeggiatina sull’argine e ispirato, al ritorno, a preparare dei morbidissimi brownies al cioccolato. Si lo so, è senza dubbio un dolcetto invernale, ma in una giornata del genere, una tiepida coccola al cioccolato proprio male non ci sta!

Ingredienti per una teglia 15 x 24:

75 g di farina 1

40 g di fecola di patate o maizena

35 g di cacao amaro in polvere

70 g di zucchero di canna grezzo

35 ml di olio evo

226 ml di latte di soia

1 cucchiaino di lievito

1 pizzico di bicarbonato

30 g di cioccolato fondente fatto a pezzi

4 noci a pezzettini

scorza d’arancia

Mescolare la farina con la fecola, il cacao amaro, il lievito ed il pizzico di bicarbonato. A parte sbattere bene lo zucchero con l’olio ed il latte di soia. Versare pian piano i liquidi nella ciotola dei secchi, sempre mescolando e, per ultimo, aggiungere le noci, la scorza d’arancia e il cioccolato fondente tagliati grossolanamente. Ungere una teglia rettangolare da 15×24, versare il composto.  Infornare a 180° per 20 minuti (regolarsi comunque con la potenza del proprio forno), controllando spesso verso fine cottura e stando attenti a non stracuocerli. La cottura è la parte più importante per la buona riuscita di questi dolcetti, che devono rimanere molto morbidi, quindi non c’è da allarmarsi se lo stecchino per verificare la cottura del dolce non esce completamente pulito, anzi deve avere un po’ di pasta umida attaccata, in modo che, una volta freddi, i brownies mantengano la loro scioglievolezza. A cottura ultimata lasciar intiepidire nella teglia e poi tagliare a quadrotti.

Buon inizio settimana :)