Tripudio di cioccolata degli eterni ritardatari

 photo 20150202_193307_zpsnkwfdqrx.jpg

Sono in ritardo, come sempre, potrei quasi dire che il famoso quarto d’ora accademico  fa parte della mia filosofia di vita, cosa che ovviamente manda su tutte le furie le persone precise, ordinate e anche un po’ pignole, come  per esempio il fidanzato che, un giorno o l’altro, son sicura, finirà per sabotare gli orologi di casa pur di vedermi puntuale almeno una volta. Insomma anche questa volta sono in ritardo, mi ero ripromessa di condividere gli esperimenti cioccolatosi del week end direttamente a inizio settimana e invece sono stata talmente sommersa da impegni di lavoro e privati da dimenticarmi di pubblicare (ma non di assaggiare!) la ricetta della torta glassata al cioccolato. Questa torta nasce giusto il mese scorso, ideata appositamente come dolce di compleanno per la mia cara Viola che, come me, ama il cacao amaro ed il suo connubio perfetto con l’arancia. Soprannominata da un amico “Saracher”, un gioco di parole tra il mio nome e quello della famosa torta austriaca, prende ovviamente ispirazione dalla Sachertorte, altrettanto cioccolatosa e glassata ma arricchita con arancia e noci, un tripudio di cioccolato e morbidezza! Ed ecco qui, meglio tardi che mai ;)

Ingredienti:

130 g di farina tipo 1

20 g di fecola di patate

50 g di cacao amaro

100 g di zucchero mascobado + qualche cucchiaio

50 ml di olio evo

200-220 ml di latte di soia 

1/2 bicchierino di Brandy

1 bustina di lievito

una manciata generosa di noci

3-4 arance

200 g circa di cioccolata fondente a barre

Mescolare la farina, la fecola, il cacao amaro, il lievito e mettere da parte. In un’altra ciotola mescolare lo zucchero con l’olio e aggiungere gli ingredienti secchi precedentemente mescolati. Tritare grossolanamente le noci e aggiungerle all’impasto insieme a mezzo bicchierino di Brandy e al latte di soia, poco per volta, sempre mescolando. Rivestire di carta forno una tortiera da 18 cm di diametro, versare il composto e infornare a 170º-180º per 30-40 minuti circa. Nel frattempo pelare le arance, frullarle, metterle in una casseruola con due cucchiai di zucchero e cuocere a fiamma viva. Continuare la cottura a fuoco dolce, finché non si raggiunge la consistenza di una marmellatina.Quando la torta sarà pronta lasciarla raffreddare bene e tagliarla a metà, farcirla con la marmellata di arance e procedere alla preparazione della glassa. Sciogliere la cioccolata a bagnomaria con poca acqua e rivestire tutta la torta. Lasciar raffreddare qualche ora (meglio tutta la notte) e servire. Buon appetito :)

Brownies morbidosi al cioccolato, noci e arancia

 photo 20140309_161800_zpsbqqenqyy.jpg

La primavera si avvicina; di già?! Tra i mille progetti, le nuove avventure per il futuro, la preparazione della tesi ed il conseguimento della laurea mi ritrovo a controllare il calendario e a stupirmi di essere già in marzo inoltrato. Mi accorgo soltanto ora che il tempo è trascorso in maniera velocissima ed il momento di ritornare a casa e cambiare vita si avvicina sempre di più. C’è paura, incertezza, timore di non essere all’altezza, ma ci sono anche diverse sicurezze sulle quali so di poter contare, che mi danno forza e speranza e alimentano in maniera creativa, forse anche un po’ troppo, i millemila progetti che mi frullano nella testa. Presa allora coscienza del cambiamento stagionale ho immediatamente tirato fuori la giacca leggera, ho ripreso a correre sull’argine e a fare belle passeggiate sotto a un tiepido solicino. In realtà non sono mai stata una sostenitrice dell’estate, mi piacciono molto le mezze stagioni e l’inverno, potessi legherei indissolubilmente giugno a settembre, così da saltare a piè pari l’estate (sì, sacrificherei anche il mio compleanno in luglio!), però quest’anno, sicuramente complice un inverno troppo caldo e destabilizzante, mi ritrovo ad aspettare con trepidazione e a gioire per una bella giornata di sole! Tuttavia ormai ho imparato a non agitarmi troppo al primo segno di cambiamento, infatti, come volevasi dimostrare, stamani la città era coperta da uno spesso manto di nebbia e umidità: una scena comunque affascinante che mi ha invogliato a farmi una bella passeggiatina sull’argine e ispirato, al ritorno, a preparare dei morbidissimi brownies al cioccolato. Si lo so, è senza dubbio un dolcetto invernale, ma in una giornata del genere, una tiepida coccola al cioccolato proprio male non ci sta!

Ingredienti per una teglia 15 x 24:

75 g di farina 1

40 g di fecola di patate o maizena

35 g di cacao amaro in polvere

70 g di zucchero di canna grezzo

35 ml di olio evo

226 ml di latte di soia

1 cucchiaino di lievito

1 pizzico di bicarbonato

30 g di cioccolato fondente fatto a pezzi

4 noci a pezzettini

scorza d’arancia

Mescolare la farina con la fecola, il cacao amaro, il lievito ed il pizzico di bicarbonato. A parte sbattere bene lo zucchero con l’olio ed il latte di soia. Versare pian piano i liquidi nella ciotola dei secchi, sempre mescolando e, per ultimo, aggiungere le noci, la scorza d’arancia e il cioccolato fondente tagliati grossolanamente. Ungere una teglia rettangolare da 15×24, versare il composto.  Infornare a 180° per 20 minuti (regolarsi comunque con la potenza del proprio forno), controllando spesso verso fine cottura e stando attenti a non stracuocerli. La cottura è la parte più importante per la buona riuscita di questi dolcetti, che devono rimanere molto morbidi, quindi non c’è da allarmarsi se lo stecchino per verificare la cottura del dolce non esce completamente pulito, anzi deve avere un po’ di pasta umida attaccata, in modo che, una volta freddi, i brownies mantengano la loro scioglievolezza. A cottura ultimata lasciar intiepidire nella teglia e poi tagliare a quadrotti.

Buon inizio settimana :)

Quando l’arancia incontra il cioccolato: frollini

 photo 20140202124420_zpspjfhtodg.jpg

Non sono mai stata un’amante del cioccolato (a meno che non sia 70%-98% fondente), preferisco di gran lunga le creme o le marmellate. Ci sono però delle certezze che non posso negare, come l’abbinamento arancia e cioccolato, pera e cioccolato o, per i più audaci, cioccolato e peperoncino. Questo inverno, così come lo scorso, ho portato a casa una cassa di arance di Sicilia buonissime, dolci, succose e con la buccia spessissima. La cassetta di frutta in sé non è durata poi tantissimo (siamo folli divoratori di arance), ma la scorza della frutta, appositamente pelata, lavata e tagliuzzata riempie un terzo del mio congelatore. Così, con solo pochi pezzettini di scorza, anche il dolcino più insulso si trasforma in una profumatissima delizia all’arancia! Impossibile allora resistere alla tentazione di preparare dei frollini ciocco-aranciosi con la speciale partecipazione del succo di mandarino (visto che il fruttivendolo me ne ha regalati un vagone!)

Ingredienti:

200 g di farina 1Floriddia

70 g di zucchero di canna grezzo

30 ml di olio d’oliva

1 bicchierino da caffè di succo di mandarino (circa) 

50 g di cioccolata fondente

5 g di lievito

scorza d’arancia

In una ciotola mescoliamo zucchero, farina e lievito con le scorzette d’arancia e il cioccolato fondente fatto a pezzettini. Di seguito aggiungiamo l’olio d’oliva ed il succo di mandarino, poco alla volta. Ne mettiamo quando basta, dato che dipende molto dalla farina che si usa e dalla quantità di liquido che assorbe. Impastiamo bene finché la consistenza non è simile alla frolla (aggiungendo acqua o farina se serve)  e stendiamo la pasta alta circa mezzo centimetro. Ritagliamo i biscotti e li inforniamo a 170°-180° per 15 minuti circa. Se riusciamo a resistere li lasciamo freddare un po’, giusto il tempo di mettere su una bella tazza di tè, magari aromatizzato agli agrumi!