Il buco hobbit

“In un buco nel terreno di una grigia città  della Contea vivevano due hobbit. Non era un buco brutto, sporco, umido, pieno di vermi e di trasudo fetido, e neanche un buco arido, spoglio, sabbioso, con dentro niente per sedersi o da mangiare: era un buco hobbit, cioè comodissimo.

La hobbit, appassionata di cucina, era sempre a spadellare barcamenandosi più o meno goffamente tra una ricetta vegetale e l’altra, utilizzando il povero hobbit come cavia per i suoi esperimenti. Questi, infatti,  non appena metteva piede in casa dopo una dura giornata di lavoro, la vedeva comparire dalla cucina e avvicinarsi con fare quasi minaccioso “brandendo” un cucchiaio colmo di sugo o un biscotto, una polpetta, un raviolo o, ancora, un pezzo di torta salata misteriosa. Un bel giorno però, alla cara hobbit venne in mente che, forse, i suoi modi potevano essere un pochino troppo invasivi e stressanti nel confronti del suo compagno hobbit, che da un giorno all’altro avrebbe potuto tirarla giù dalla finestra insieme a tutti i suoi esperimenti culinari. Decise allora di sfogare la sua voglia di condivisione con il mondo e così nacque il suo blog, dedicato ai suoi pasticciamenti vegetariani e vegani, solo con l’umile intento di divertirsi e condividere un tipo di alimentazione e cucina sana ma comunque golosa, semplice e vegetariana. ”

Prego, accomodatevi pure. Tè? Caffè? Uh ho appena fatto una tisana ve ne servo subito una tazza. Per il dolce avete preferenze? Ci sono biscotti, una soffice torta di mele, ah si la crostata! Me ne stavo quasi per dimenticare! Cosa? Non volete niente? Non esiste assolutamente, gli ospiti vanno trattati con riguardo e da casa mia escono sempre con la pancia piena, quindi sedetevi e gustatevi un dolce e caldo benvenuto!

welcome

Annunci

7 thoughts on “Il buco hobbit

  1. Mi piace, mi piace, mi piace tanto il tuo hobbit blog! Tanto per cominciare Tolkien mi fa impazzire sin da piccola… Quindi non posso che adorare l’ispirazione di fondo.. Poi le tue ricette mi fan venir voglia di avere anche io un buco con la porta tonda disseminato per la contea :)
    Grazie di essere passata da me, ti seguirò con molta attenzione :)
    Un abbraccio, Maya

    • Direi che abbiamo molte cose in comune allora, non sai quante volte ho sognato di poter veramente scorrazzare per una di quelle cucine hobbittesche o di comprare la verdura al di sotto della collina, tra i verdi prati della contea; unico neo sarebbero i piedi pelosetti però ;b grazie cara, sei dolcissima e sappi che anche a me strapiace il tuo blog, ti seguirò spassionatamente, tra avventure, disavventure e coniglietti dai gusti non convenzionali ;) abbraccione!

  2. Pingback: Liebster Award 2.0 | La Cucina di Verdolina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...