Pandolcini autunnali all’uva e tanta voglia di cambiare

 photo DSC_0683_zpsuvfzvdfm.jpg

Succede che, ogni tanto, c’è bisogno di cambiare, di stravolgere le proprie abitudini e in alcuni casi anche la propria vita. Prima abbiamo iniziato con il trasloco in un nuovo appartamento, il mese scorso ho cambiato colore di capelli, due settimane fa ho fatto un nuovo tatuaggio e infine ho intenzione di cambiare lavoro. Ho più volte espresso la volontà di fare nuove esperienze, mettermi alla prova e, se possibile, cambiare stile di vita ma tutte le volte sono sempre rimasta lì, tra il fare e non fare, nel mezzo del niente massacrandomi la testa con dubbi, incertezze e paure che non mi hanno permesso di prendere alcuna decisione. Così sono rimasta dov’ero, statica, senza apportare i cambiamenti necessari per essere veramente felice, senza riuscire ad accettare al centro per cento la mia situazione ma senza la forza di riuscire a cambiarla. Vista da un punto di osservazione esterno è una situazione al quanto stupida con una soluzione altrettanto elementare: se vuoi, automaticamente puoi raggiungere gli obiettivi che desideri, è semplice. Ma se io non sapessi veramente cosa voglio? Se avessi un muro di sensi di colpa e incertezze che non mi permette di andare al di là per vedere le cose con chiarezza? Se poi questa cosa la tieni dentro finisce che ne sei consumato e inizi a ragionare secondo una sorta di loop senza via d’uscita.

Dopo settimane e settimane di dubbi sto a poco a poco riuscendo a dirigermi verso l’uscita di questo tunnel troppo buio, sto trovando il capo di quel filo tanto aggrovigliato introno al mio cervello e sto cercando di dargli un senso. Sarà perché si avvicinano le ferie, perché finalmente sono riuscita ad aprirmi con le mie persone, a comunicare loro in mio disagio, ricevendo tutto l’amore possibile e una mano tesa pronta a darmi l’aiuto necessario per rialzarmi, sarà perché sono tornata, anche solo per un giorno, nella mia vecchia palestra ad allenarmi con le mie favolose trainer, sarà perché è più fresco, sarà per l’uva fragola o sarà perché non lo so ma sto prendendo in mano la situazione cercando di imboccare una strada diversa, chissà che non basti questo a chiarirmi le idee. Sinceramente lo spero, ma in alcuni casi la speranza non basta, bisogna indirizzare il proprio destino e le proprie energie con la volontà di raggiungere l’obiettivo prefissato. Come quando vai a correre o fai gli squat, non ti fermi certo a metà ma vai fino in fondo, no pain no gain, sempre e comunque!

Parlando di cose sicuramente più golose oggi condivido questi pandolcini/biscottoni all’uva nera, che tanto mi ricordano gli autunni quando ero bambina e mio padre mi portava a casa la schiacciata con l’uva, dolce autunnale tipico toscano. Non volevo preparare una vera schiacciata  né una pasta di pane, bensì cercare di riprodurre l’effetto panoso della pasta in concerto con la morbidezza e la dolcezza dell’uva nera  Così dopo qualche prova sono nati questi pandolcini ripieni che sono una via di mezzo tra dei biscottoni e dei panini,  sempre senza glutine, latticini e, questa volta, senza zucchero, 100% vegetali.

Con questa ricetta partecipo alla raccolta di ricette “Un dolce Senza è buono per tutti” del blog Senza è Buono

contest-s-e-b

 

Ingredienti per 6 pandolcini:

130 g di farina di riso

90 g di farina di mais fioretto

130 g di farina di ceci

70 ml di succo d’uva concentrato

uva nera (prendetene tanta perché in ogni caso finisce sempre troppo presto!)

50 ml di olio di mais

45 g di mandorle tritate finemente

50 ml di acqua tiepida

16 g di cremor tartaro

un pizzico di sale

un pizzico di bicarbonato

Mescolare insieme farina di riso, mandorle tritate finemente, farina di mais e cremor tartaro. Aggiungere un pizzico di sale, di bicarbonato e il succo concentrato d’uva. Iniziare a mescolare e aggiungere anche l’olio a filo e di seguito l’acqua, poco alla volta (potrebbe anche non servire tutta) fino a che non si ottiene un impasto morbido. Aggiungere ora la farina di ceci cercando di farla assorbire dal composto impastandolo con vigore ed energia! Quando la farina di ceci sarà stata completamente mangiata dal panetto dividerlo in 12 palline. Prenderne una, schiacciarla e rialzare un pochino i lati, creando una sorta di ciotolina. Adagiare una manciata di uva nera dentro la ciotolina di pasta e coprirla con un’altra pallina già schiacciata, premere bene sui lati in modo da sigillarla a dovere, appiattire leggermente la parte superiore del coperchio e coprire con altra uva (questa leggermente incisa in modo che rilasci il succo sulla superficie). Procedere allo stesso modo fino a esaurimento delle palline. Infornare a 180° per 30/35 minuti. Lasciar raffreddare e gustare, il Troll li consiglia vivamente!

Buon autunno dal sapore toscano  ♥

Advertisements

4 thoughts on “Pandolcini autunnali all’uva e tanta voglia di cambiare

  1. Tesorino, ma sei bravissima!
    E comunque, il cambiamento aiuta a crescere. A volte abbiamo proprio necessità di “stravolgere” la nostra vita, forse perchè percepiamo che ci sta un po’ stretta. Tu cerca di assecondare questo “istinto al cambiamento”, fa sempre bene!
    Questi dolcetti sono strepitosi e sono onorata che tu me li abbia dedicati <3 proverò senz'altro a realizzarli, perchè adoro la frutta nei dolci! Un abbraccio gradissimissimo, Leti
    P.S. adoro il tuo nuovo colore di capelli, ti dona moltissimo!

    • Cara che sei, sempre dolcissima e d’ispirazione per quelli che ti stanno intorno. Certo, non mi resta altro che assecondarlo e vedere dove mi porta!
      Grazie a te, l’onore è tutto mio di partecipare alle tue bellissime raccolte, che mi permettono anche di scoprire ricette strepitose!
      Grazie grazie grazie sono felicissima che ti piaccia!! un abbraccio grande grande <3

  2. Pingback: La mia prima raccolta di ricette senza| Senza è buono

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...